La gita delle Terze

Dettagli


Prima, suggestiva meta Castel del Monte: inserito nell’elenco dei monumenti nazionali italiani nel 1936 e in quello dei patrimoni dell’umanità dell’Unesco nel 1996, la sua funzione è ancora dibattuta. Ai ragazzi rimarrà in mente sia per la sua immagine riprodotta sulle monete da un centesimo del nostro paese, sia anche per le storie sulle stravaganze dell’imperatore in fatto di scelte femminili. La truppa, capeggiata dal dirigente Sandro Luciani nel pomeriggio ha ammirato Ostuni, città panoramica per eccellenza, in provincia di Brindisi. I ragazzi già dal pomeriggio stavano pensando alla prima nottata fuori casa, trascorsa nel villaggio turistico di Torre Guaceto, con tanto di post cena nell’improvvisata discoteca al piano superiore della sala ristorante. Il giorno seguente immancabile visita ai trulli di Alberobello con qualche inevitabile sbadiglio dei ragazzi non perché lo spettacolo non fosse gradevole - tutt’altro - quanto piuttosto per l’aver preso sonno, la prima notte lontani dai genitori, un po’ tardino. Niente paura, però, perché dopo il pranzo al Resort Carovigno, si è ripartiti con rinnovata verve per lo Zoo Safari di Fasano (Brindisi), in cui ogni anno nascono ben 150 cuccioli di ogni specie. Il giorno seguente ancora spazio alla natura, con la visita mattutina all’Oasi WWF di San Giuliano in Basilicata e, a seguire, dell’omonima diga (anche se il tempo per il birdwatching di svariate ore non era compatibile con quello della gita scolastica) e con l’approdo pomeridiano alla città dei Sassi. Quella Matera che ha interessato i ragazzi soprattutto per le sue possibilità cinematografiche. Dalla “Passione” di Mel Gibson, tanto per citare un capolavoro girato in parte sul suolo lucano, alla futura Wonder Woman, in uscita l’anno prossimo e di cui si è potuto fruire un assaggio in un mini set a sfondo medievale. Nominato Patrimonio dell’umanità nel 1993 dall’Unesco, designata, insieme a Plovdiv, come Capitale europea della cultura 2019, prima città del meridione italiano a ricevere tale titolo, Matera ha esercitato per i suoi scorci un fascino profondo nei ragazzi. L’ultimo giorno si è chiuso con le suggestive grotte di Castellana e la cattedrale di Trani dedicata a San Nicola Pellegrino, esempio di architettura romanica pugliese, la cui costruzione iniziò nel 1099. Le ore per il ritorno a casa sono state trascorse dai ragazzi in spensierata allegria. Poco male se la spia delle energie degli insegnanti segnava rosso. A proposito, nessun disco rosso da parte dei poliziotti che hanno controllato in autostrada i due pullman dei settempedani. Tutto a posto. Per la gita d’istruzione dell’anno prossimo, si vedrà!


   

Ultime notizie  

Scritto il 13/11/2017, 10:23
76
Scritto il 08/11/2017, 07:57
132
Scritto il 07/11/2017, 19:54
84
Scritto il 03/11/2017, 09:09
95
Scritto il 31/10/2017, 10:57
166
Scritto il 30/10/2017, 18:48
147
   
© Istituto Comprensivo 'P. Tacchi Venturi' - San Severino Marche (MC)